Oppido Stefania

Stefania Oppido dal 2014 è Tecnologo al CNR – IRISS.

Laureata con lode in Architettura, PhD in “Recupero edilizio e ambientale”, ha conseguito il titolo di “esperto in recupero e valorizzazione dei centri storici” (Master Alta Formazione).

Gli interessi di ricerca sono riconducibili alla valorizzazione del patrimonio costruito e del paesaggio culturale nell’ambito di processi di rigenerazione, anche in riferimento a patrimoni dismessi, con particolare attenzione ai contesti storici ed alle vocazioni del territorio.

È responsabile scientifico dell’attività di ricerca dell’IRISS nell’ambito del Progetto METRICS (MEtodologie e Tecnologie per la gestione e RIqualificazione dei Centri Storici e degli edifici di pregio).

Dal 2010 svolge attività di ricerca presso l’IRISS, partecipando a progetti internazionali, tra i quali il progetto BESECURE (7FP) ed il progetto “Estudio de la amenaza sísmica y vulnerabilidad física del Gran Santo Domingo” (UE e UNDP) nell’ambito del quale ha coordinato gruppi di lavoro per l’analisi della vulnerabilità a scala urbana e di edificio.

Dal 2009 è Cultore della materia del SSD ICAR/12 Tecnologia dell’Architettura, ha svolto attività didattica e seminariale presso il corso di Laurea Magistrale in Architettura 5UE dell’Università di Napoli “Federico II” e, presso tale Ateneo, dal 2002 ha partecipato alle attività scientifiche del Dip. di Configurazione e Attuazione dell’Architettura.

E’ reviewer della rivista TRIA, Territorio della Ricerca su Insediamenti e Ambiente. Rivista internazionale di cultura urbanistica (Edizioni Scientifiche Italiane) e della Rivista LaborEst (Università Mediterranea di Reggio Calabria). È stata reviewer in occasione del 1st e del 2nd International Symposium “New Metropolitan Perspectives” (2014; 2016).

È autrice di numerose pubblicazioni riguardanti le tematiche di interesse. Ha partecipato a comitati scientifici e organizzativi di convegni e workshop ed è stata relatrice in convegni nazionali ed internazionali.