OpeRA – Opera lirica e Realtà Aumentata

  • Descrizione

    Lo scenario attuale evidenzia la necessità di una più efficace comunicazione dell’opera lirica e di modelli di servizio innovativi che, anche mediante l’uso delle tecnologie digitali, siano in grado di estendere e facilitare la fruizione, in teatro e fuori, e coinvolgere nuovi pubblici e nuovi appassionati. L’obiettivo del progetto è quello di mettere a punto soluzioni e servizi efficaci per guidare gli spettatori nel “palazzo incantato” dell’opera (nella fortunata sintesi di Francesco Degrada), facilitando la fruizione dei contenuti connessi a questa forma d’arte. Il risultato prototipale atteso è, in particolare, un’applicazione fruibile mediante dispositivi indossabili di display a realtà aumentata, che consentirà agli utenti di fruire, in uno con lo spettacolo, contenuti didascalici ed aumentati dinamici, in un contesto conduttivo di condivisione sociale.

  • Partnership:
    Space S.p.A (capofila), NEXSOFT S.r.l.
  • Riferimento Bando
    Fondo per la Crescita Sostenibile - Bando "HORIZON 2020" PON I&C 2014-2020
  • inizio:
    2017
  • Fine:
    2018

Responsabile Scientifico IRISS

Ruolo dell'IRISS nel progetto

Nell’ambito del progetto, l’IRISS svolge attività di ricerca finalizzate a comprendere come la realtà aumentata possa supportare l’esperienza di fruizione dell’opera e come l’innovazione proposta possa essere tradotta in una soluzione di servizio in grado di creare valore per gli stakeholder. Nello specifico, le attività svolte dal gruppo di ricerca dell’IRISS coinvolto nel progetto riguardano:

Obiettivo Realizzativo 1) Identificazione di determinanti e requisiti dell’esperienza dell’Opera digitale;

Obiettivo Realizzativo 2) Studio di soluzioni per la condivisione e socializzazione dell’esperienza operistica;

Obiettivo Realizzativo 3) Definizione del modello di servizio e di scenari di mercato dell’Opera Digitale.

All’attuale stato di avanzamento intermedio del progetto sono stati definiti alcuni modelli e linee guida utili a supportare la progettazione dell’applicazione tecnologica, e in prospettiva il suo sviluppo in una soluzione di servizio. In particolare, con riferimento all’OR1, sono stati identificati i fattori di maggior efficacia spettacolare dell’Opera (Key Enabling Factors) sui quali la tecnologia dovrà concentrarsi come «macchina di conoscenza e comunicazione» attraverso una ricerca sull’evoluzione delle componenti dell’opera, che si è orientata in senso multidisciplinare contemplando fonti di tipo diverso (analisi storico-letteraria, semiotica, drammaturgica, socio-culturale, etc.). A partire da tale base conoscitiva è stata condotta un’analisi della User Experience unitamente a un’attività di progettazione condivisa secondo l’approccio User-centered Design per la raccolta e l’analisi dei requisiti degli utenti e degli altri stakeholder. Tale attività ha fornito indicazioni utili per la progettazione dei prototipi di applicazioni per dispositivi in realtà aumentata per l’Opera lirica. Con riferimento all’OR4, che si concentra sulla dimensione sociale dell’opera, è stato definito un modello che descrive funzioni e modalità operative delle possibili attività di gamification e storydoing applicate al contesto operistico. Infine, nell’ambito dell’OR8 è stata realizzata un’analisi del mercato e delle potenzialità rispetto alle soluzioni presenti o attese a breve sul mercato funzionale all’identificazione del modello di servizio più adatto alla valorizzazione dell’approccio alla fruizione della lirica sviluppato nel progetto.